Alessandria-Sambenedettese 3-2, le pagelle dei grigi di Gregucci

23.09.2020 20:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Alessandria-Sambenedettese 3-2, le pagelle dei grigi di Gregucci

L’Alessandria accede al secondo turno di Coppa Italia (leggi anche Coppa Italia: Alessandria-Sambenedettese 3-2, la cronaca del match) al termine di una partita ricca di spunti. Queste le nostre pagelle.

Pisseri 6,5: bravo in almeno un paio di occasioni, si dimostra sicuro in uscita. Peccato per i due gol incassati.

Prestia 6,5: il migliore della difesa fino a che è stato in campo. Lascia per un problema al ginocchio (dal 59’ Macchioni 6,5: smaltisce immediatamente l’emozione per l’esordio ufficiale e si cala nella parte con buoni risultati).

Cosenza 6: comanda la difesa, lotta con Maxi Lopez, e poi con il resto dell’attacco ospite, uscendone indenne.

Scognamillo 5,5: qualche sbavatura di troppo per meritarsi una sufficienza. Ma avrà tempo per rifarsi.

Casarini 6: si sacrifica sulla fascia destra in un ruolo molto dispendioso che, inevitabilmente, gli fa perdere un po’ di lucidità (dal 73’ Gazzi 6,5: come spesso gli capita, si sistema in mezzo al campo e tutti se ne accorgono).

Suljic 6: non brilla particolarmente, probabilmente deve acquisire la condizione migliore, ma non commette gravi errori.

Castellano 6: da un suo errore, grave, nasce il primo gol della Samb. Ma ha il merito di non abbattersi e riesce a dare geometrie interessanti (dal 59’ Rubin 6: stilisticamente apprezzabile deve forse ancora acquisire un po’ di smalto sotto il profilo dinamico).

Parodi 6,5: vero cursore di fascia, non importa se a sinistra o a destra, si rivela prezioso sia in copertura che in fase offensiva. Guadagna anche il rigore che mette al sicuro la qualificazione.

Chiarello 6,5: parte come punta esterna ed interpreta il ruolo al meglio, poi si sistema da trequartista e conferma la sua capacità di inserirsi senza palla (dal 67’ Di Quinzio 5,5: fatica ad entrare in partita e non convince neppure in quelli che dovrebbero essere i suoi fondamentali). 

Eusepi 7,5: nel giro di tre minuti segna la doppietta che, di fatto, regala la qualificazione ai grigi. Poi la solita prestazione di grande sostanza con la quale prova a far dimenticare la squalifica che dovrà scontare in campionato.

Corazza 6,5: in attacco c’è, si vede e si sente. Entra nelle azioni decisive e si rivela un pericolo per la difesa rossoblu (dal 67’ Arrighini 6,5: trasforma con freddezza il rigore e mette in mostra una gamba già buona).