Alessandria-Pontedera 2-0, le pagelle dei grigi di Gregucci

25.10.2020 23:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Alessandro Gazzi
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Alessandro Gazzi

L’Alessandria torna alla vittoria dopo quattro turni (leggi anche Alessandria-Pontedera 2-0, Corazza e Arrighini riportano i grigi a vincere). queste le nostre pagelle

Crisanto 6,5: sempre molto reattivo in ogni situazione di gioco, è aiutato dalla traversa nel secondo tempo, ma nella prima frazione è molto attento su Stanzani

Scognamillo 6,5: prestazione tranquilla, nella quale si disimpegna senza ricorrere alle maniere forti e va addirittura vicino al gol in acrobazia.

Prestia 6: gioca al centro della difesa, è in fiducia, ma talvolta eccede nell’irruenza e qualche volta commette falli evitabili mettendo addirittura a repentaglio la propria incolumità.

Blondett 6,5: a sinistra nel terzetto difensivo, si fa spesso trovare pronto, anche quando è il momento di far ripartire l’azione.

Parodi 6: scorribande interessanti sulla corsia di destra che meriterebbero ancora miglior fortuna (dall’83’ Mora 6: quasi un quarto d’ora in campo senza particolari problemi)

Casarini 6: attento nella zona nevralgica del campo, non sempre è preciso sui calci piazzati che, invece, dovrebbero rappresentare uno dei suoi pezzi forti.

Gazzi 7,5: se è scontato  che ci metta quantità, è quasi sorprendente per la qualità e la pulizia di alcune giocate. Atteggiamento positivo ed intelligente, da vero capitano (dal 75’ Suljic 6: subentra in una fase nella quale l’Alessandria prova a controllare e fornisce il suo contributo in questo senso).

Castellano 6,5: molto interessante nei suoi movimenti, da buona prova di sè anche dal punto di vista balistico, con alcuni punizioni ben calciate e tentantivi di tiro che impegnano il portiere avversario

Celia 6: offre un assist vincente a Corazza, ma prima di farcela commette qualche errore di misura. Non sempre riesce a saltare il diretto avversario (dal 68’ Rubin 6,5: sempre abile quando è il momento di andare al cross, presidia al meglio la fascia di competenza).

Arrighini 6,5: un gol da ex fortemente voluto, anche se poi non ha esultato, dimostra di un’ottima intesa con Corazza (dal 75’ Eusepi 6,5: ha voglia di dare il suo contributo alla causa, e lo dimostra con i fatti).

Corazza 6,5: sicuramente sul pezzo, è freddo sotto porta e propone alcuni pezzi pregiati del suo repertorio (dall’83’ Chiarello 6: il suo ingresso contribuisce a ridisegnare tatticamente la squadra).

All. A. Gregucci 6,5: decide di infoltire il centrocampo, scelta che si rivela azzeccata sia per la protezione offerta alla difesa, sia per la fase offensiva che, comunque, resta da migliorare per quanto riguarda la rifinitura. finalmente ottiene risposte positivi dai suoi giocatori.