Alessandria-Juventus U23 0-1. Le pagelle dei grigi

30.12.2018 17:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Alessandro Gazzi
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Alessandro Gazzi

L’Alessandria chiude il 2018 con la sconfitta interna per 0-1 con la Juventus U23 (leggi anche Alessandria-Juventus U23 0-1, grigi ko con i bianconeri). Queste le nostre pagelle.

Cucchietti 6: mai particolarmente sollecitato, non ha colpe sulla rete che ha deciso l’incontro. 

Sbampato 5: forse condizionato da un problema fisico, praticamente non entra mai in partita (dal 33’ Gjura 6: Mavididi è brutto cliente, ma lui prova a cavarsela).   

Prestia 6: non accusa troppo gli attaccanti bianconeri facendo leva sulle proprie doti fisiche

Fissore 6: alla seconda consecutiva da titolare strappa una sufficienza stiracchiata (dal 69’ Panizzi 6: rientra dall’infortunio e, quantomeno, dimostra di essere pienamente recuperato).

Sartore 6: comincia bene mettendo in difficoltà Beruatto, ma poi si perde per la strada e serve a poco quando cambia fronte d’attacco.

Checchin 6: tenta qualche giocata interessante, talvolta non compresa dai compagni, ma deve migliorare in interdizione (dal 69’ Delvino 5: sarà la maschera che lo condiziona, ma alcuni svarioni sono davvero preoccupanti)

Gazzi 6,5: bello vederlo prevalere negli scontri fisici a metà campo. In versione assist-man offre a Rocco la palla del pareggio su un piatto d’argento, ma Del Favero dice di no.

Agostinone 6,5: buone letture di gioco e qualche cross interessante non trasformato dai compagni.

Bellazzini 5: patisce il fatto di giocare la terza partita nel giro di otto giorni e si dimostra molto meno lucido di quanto sarebbe necessario. Come purtroppo evidenzia nell’azione che decide match (dall’85’ Gerace sv).

De Luca 5,5: spesso sovrastato dai difensori avversari, non riesce a dare sbocco alla manovra nonostante qualche buona intuizione (dal 69’ Rocco 5,5: Del Favero è stato bravo ad opporsi, nulla da dire. Ma un vero attaccante probabilmente avrebbe segnato il gol del meritato pareggio).

Santini 6: il solito impegno, ma è mancata la ciliegina sulla torta.