Alessandria-Crotone 1-0, le pagelle dei grigi di Longo

22.10.2021 23:45 di Fabrizio Pozzi Twitter:    vedi letture
Alessandria-Crotone 1-0, le pagelle dei grigi di Longo
GrigiOnLine.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

L’Alessandria ottiene il secondo successo stagionale (leggi anche Alessandria-Crotone 1-0, i grigi si aggiudicano lo scontro salvezza!).

Queste le nostre pagelle

Pisseri 6,5: vigile su Maric e Mogos, è graziato da Nedelcearu nell’unica incertezza della sua gara. Il suo miglior intervento, a tu per tu con il capocannoniere Mulattieri, è vanificato dall’irregolare posizione di partenza dell’attaccante rossoblu.  

Mantovani 6,5: chiamato in causa per il forfait dell’ultimo minuto di Prestia alterna i duelli con Mulattieri a quelli con Maric, non certo due attaccanti qualunque, prevalendo in quasi tutte le occasioni.

Di Gennaro 6,5: le due punte del Crotone provano ad invertire la propria posizione, ma il centrale non lascia loro alcuno spazio. Peccato per il giallo per proteste.

Parodi 6,5: nel primo tempo spesso è costretto a contenere un cliente abbastanza scomodo come Borello e nella ripresa passa a destra dove si trova di fonte il rapidissimo Kargbo. Combatte contro entrambi con grande determinazione.

Pierozzi 6,5: al debutto nell’undici iniziale, si disimpegna con eleganza grazie alle sue indubbie doti tecniche. Se riuscirà a crescere sul piano del temperamento potrà diventare un elemento su cui poter davvero contare (dal 58’ Mustacchio 6: subentra con sufficienti motivazioni, presidia la fascia destra e fornisce supporto a Parodi). 

Casarini 6,5: ritrova la fascia da capitano per l'assenza di Prestia ed è piuttosto concreto nelle sue giocate. Ricerca sì la conclusione personale, ma non esita quando è il momento di spazzare e non disdegna certo il contrasto.

Ba 6,5: imposta la manovra, prova a suggerire per i compagni e recupera importanti palloni nella zona centrale, è costretto a lasciare il campo dopo aver subìto un duro fallo (dal 53’ Palazzi 5,5: perde qualche duello di troppo, soprattutto sul piano fisico).

Lunetta 5: non lesina l’impegno, ci mancherebbe altro. Ma non è preciso né efficace in entrambe le fasi gioco (dal 58’ Beghetto 6: inevitabilmente chiamato alla fase di contenimento, si mette in luce con qualche attenta chiusura).

Orlando 6: diligente ma non particolarmente estroso nell’occupare la posizione, ha l’innegabile merito di essere reattivo al punto giusto sull’errore di Nedelcearu da cui scaturisce il vantaggio dei grigi. Rimane in campo per tutti i 90’ e nel finale pare un po’ in debito d’ossigeno.

Corazza 5,5: sicuramente risente dell’errore dal dischetto in apertura e fatica a trovare la conclusione verso la porta. Tenta, comunque, di partecipare alla manovra offensiva (dal 79’ Marconi 5,5: ci mette qualche minuto di troppo per calarsi nella battaglia).

Kolaj 7,5: molto attivo sia alla ricerca dell’iniziativa personale che del fraseggio, si rivela di gran lunga l’attaccante migliore e più pericoloso dei grigi. Bagna l’esordio dal 1’ con il suo primo gol in serie B oltre che con un repertorio di giocate molto applaudite (dal 79’ Arrighini 6: alcune sgroppate in ripartenza avrebbero meritato migliore sorte).

All. M. Longo 7: rivoluziona la formazione iniziale mandando così un chiarissimo messaggio a tutta la squadra. Il risultato premia il coraggio del tecnico, ripagato con prestazioni di livello assoluto da parte di coloro che ha schierato.