Alessandria-Albinoleffe 2-1, le pagelle dei grigi di Longo

07.03.2021 23:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Davide Di Quinzio
GrigiOnLine.com
Davide Di Quinzio
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Terzo successo in meno di una settimana per l’Alessandria che riaggancia il quarto posto (leggi anche Alessandria-Albinoleffe 2-1, vittoria grigia con il brivido). Queste le nostre pagelle.

Pisseri 5,5: stranamente incerto già in apertura sul tiro di Giorgione, si fa sorprendere dallo stesso capitano dei seriani in occasione del gol del momentaneo pareggio bluceleste.

Prestia 6: partecipa alla disattenzione di reparto della quale approfittano gli avversari, unica macchia in una gara comunque attenta.

Di Gennaro 7: sempre efficace nelle chiusure difensive, trova il primo gol in maglia grigia in un momento importantissimo.

Sini 6: qualche sbavatura in chiave difensiva riequilibrata dal corner perfettamente calciato che ha consentito a Di Gennaro di riportare in vantaggio i grigi.

Parodi 6,5: denota una tenuta atletica di rilievo ed è proprio lui a suonare la carica nei minuti finali, sebbene non sia lucido né preciso sotto porta.

Chiarello 6: poco appariscente si attiene alle consegne senza particolari guizzi (dal 78’ Casarini 6: subentra con spirito adeguato al delicato momento della gara)

Gazzi 6: non brillantissimo, riesce a calamitare parecchi palloni a centrocampo gestendoli, talvolta, con poca precisione (dal 78’ Bruccini 6,5: gli bastano pochi minuti per dimostrare di poter occupare con disinvoltura il ruolo di centrale di centrocampo).

Di Quinzio 7: dopo la rete che sblocca la gara, davvero molto bella, prosegue la sua prestazione con un importante apporto alla manovra, in particolare sul piano puramente tecnico.

Celia 6,5: sta ritrovando la condizione e la capacità di saltare gli avversari. Si intende alla perfezione con Di Quinzio, con il quale combina in diverse circostanze (dall’87’ Stanco sv).

Eusepi 6: come al solito lotta e combatte, duetta bene con Arrighini ed ha la migliore occasione nei minuti di recupero, quando costringe Savini alla grande parata.

Arrighini 6: non riesce a trovare il gol ma mette a dura prova la difesa avversaria (dal 78’ Corazza 6: appena entrato entra l’incrocio dei pali con un tiro che avrebbe meritato maggior fortuna).

All. M. Longo 6,5: alla terza partita in meno di una settimana la squadra mostra un buono stato di forma trovando la forza per spingere ancora più forte nei minuti finali. Certamente aver giocato per oltre un'ora con l'uomo in più ha aiutato, e la gara doveva certamente essere chiusa prima, ma il valore oggettivo della prestazione non si discute.