La dura legge del calcio

28.11.2018 11:30 di Paolo Baratto  articolo letto 246 volte
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
La dura legge del calcio

Il calcio è bello. È davvero tanto bello. Ma sa anche essere terribilmente crudele. Basta un episodio per orientare una gara a favore o contro a che la sta giocando.

Nella sfida disputata contro il Cuneo l’Alessandria ha fallito due occasioni gol quando il punteggio era ancora ancorato sullo 0-0. Errori fatali che hanno visto i grigi venire poi punit dalla formazione ospite alla prima occasione. La rete realizzata da Castellana al 23' ha fatto uscire dal campo, mentalmente e fisicamente, la squadra di D’Agostino, incapace di reagire e di creare occasioni pericolose. Il gol al 47' di Gissi ha poi di fatto chiuso i giochi con l’unica conclusione dell'Alessandria, nella seconda frazione, nello specchio di Marcone è arrivata a cinque minuti dal fischio finale.

Basta poco, molto poco per gioire o per morire. Ora i grigi dovranno rialzarsi: il trittico Piacenza, Arezzo, Novara incombe.