Renate, Aimo Diana: “Ora gli avversari provano ad adattarsi a noi”

22.11.2020 12:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Aimo Diana
Aimo Diana

Renate che centra la quarta vittoria consecutiva ed allunga in classifica sistemandosi provvisoriamente in testa. Al temine del confronto con l’Alessandria (leggi anche ), il tecnico dei nerazzurri Aimo Diana ha commentato così.

Abbiamo cercato di non concedere, ma non difendendoci. È chiaro che aggredendo così alti qualcosa potremmo concedere, ma stiamo bene sia fisicamente che di testa, perciò riusciamo molto bene nelle marcature preventive e, quindi, concediamo poco. Il gol loro è venuto su di un nostro errore, ma ci siamo rimessi in campo per provare a vincere la partita. È stata un’altra grande prova di maturità, contro una squadra che ha elementi di categoria, grande forza fisica, che ci ha fatto giocare sporco. Proseguiamo il nostro cammino, anche se sono certo che sia Lecco che Carrarese che Novara che Alessandria (le ultime quattro squadre battute dai nerazzurri, n.d.r.) alla lunga verranno fuori. Perciò è un altro scontro diretto che ci portiamo, anche perchè mi aspetto un inevitabile abbassamento del livello delle nostre prestazioni. Per esempio quella di sabato sabato (con la Pergolettese, n.d.r.), sarà una gara complicata perchè non avremo le motivazioni di queste ultime partite”.

Ormai è dallo scorso campionato c’è consapevolezza del nostro valore da parte degli avversari - ha proseguito diana - e questo lo da la posizione di classifica oltre che i risultati. Se il Renate fa notizia quando perde due partite di fila qualcosa vuol dire. Vedo, per esempio, che gli avversari quando ci incontrano cercano di adattare moduli e formazioni. Ossia ciò che il Renate ha sempre dovute fare per andare avanti. Vedremo cosa saremo capaci di fare nelle prossime partite che ci vedranno impegnati contro squadre che non hanno il fascino delle ultime che abbiamo incontrato. Dovremo essere pronti a fare qualcosa a cui non siamo abituati”.

Uno sguardo al mercato. “Da qui a gennaio ci sono ancora molte partite, anche se non cambierei i miei giocatori con nessun altro. Ma questo è il momento per fare conciare a fare qualche pensiero - ha concluso Diana - sebbene i giocatori che abbiamo sotto contratto sono stati scelti tutti da me e non rinnego certo le scelte”.