Renate, Aimo Diana: “Non siamo noi a dover tenere vivo il campionato”

19.01.2020 14:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Aimo Diana
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Aimo Diana

Il Renate torna al successo, battendo l’Alessandria per la prima volta tra le mura amiche, e conferma il terzo posto in graduatoria. Al termine del confronto con i grigi disputato lo stadio ‘Città di Meda’ il tecnico delle pantere Aimo Diana si è espresso così’ in conferenza stampa.

Sono molto contento per la prestazione dei ragazzi ai quali bisogna fare un plauso. Ma voglio ricordare che non siamo a noi a dovere tenere vivo il campionato... sono squadre come l’Alessandria ed altre. Sono squadre che hanno rose importanti e, sul lungo, ci arriveranno. Ma nel frattempo noi siamo lì anche se c’è il rammarico per la sconfitta di Pontedera. Oggi eravamo anche un po’ in emergenza, ma voglio applaudire tutti. Quelli che giocano e quelli che non giocano e sanno aspettare, la società, che ora mi metterà a disposizione un centrocampista dopo avermi già dato un attaccante, ed allo staff che mi supporta in tutto e per tutto. Ora ci aspetta un’altra partita mercoledì, contro una squadra che oggi ha vinto (Giana Erminio, n.d.r.), io faccio fatica a staccare e la partita di mercoledì ha un’importanza capitale. ci potrebbe davvero portare ad una salvezza anticipata. Resta il rammarico, che rimarrà fino alla fine, per i punti persi a Pontedera”.

Renate che ha subìto poco l’Alessandria. “Qualcosa abbiamo concesso noi con un disimpegno sbagliato. I ragazzi sanno cosa voglio e sanno cosa fare per migliorarsi ulteriormente. Se raggiungeremo la maturità che io chiedo potremo toglierci soddisfazioni”.