Pontedera, Ivan Maraia: "Ai rigori ci è mancata la lucidità"

07.03.2018 08:30 di Redazione GrigiOnLine  articolo letto 130 volte
Ivan Maraia
Ivan Maraia

Non è riuscita l'impresa storica al Pontedera, vittima della sua tattica e battuto ai calci di rigore dall'Alessandria per 3-0 dopo una battaglia di 120'. Inevitabile l'amarezza in casa granata per il traguardo sfuggito.Il tecnico granata Ivan Maraia interpreta in sala stampa il sentimento prevalente del club toscano.

"Ci è mancata la lucidità nella battuta dei calci di rigore, si sa che in quei momenti l'aspetto mentale è prevalente e purtroppo hanno avuto la meglio gli avversari - riporta TuttoC.com - non ho nulla da imputare alla mia squadra che ha fatto di tutto per regalarsi e regalare una serata speciale al pubblico. L'importante è comunque arrivare a giocarle queste partite, naturalmente adesso c'è grande delusione da parte di tutti, soprattutto di quei giocatori come Caponi che vive a Pontedera ed ha amici qui. Io non ho nulla da imputare alla mia squadra, anzi sono orgoglioso per quello che ha fatto sia oggi che nella partita d'andata".

Adesso c'è da ricostruire il morale e cercare di recuperare le energie in vista del proseguo del campionato a partire dalla trasferta di sabato sera a Pistoia. "Il fatto che abbiamo fatto bene in Coppa Italia non vuol dire che faremo bene automaticamente in campionato, ci sono dei punti da conquistare e una salvezza da raggiungere. C'è da cicatrizzare questa sconfitta e ricostruire entusiasmo per dare il massimo in questo rush finale".