Pistoiese, Antonino Asta: “Bene non aver subìto reti”

04.11.2018 13:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:   articolo letto 42 volte
Antonino Asta
© foto di Simone Venezia/Fotolive
Antonino Asta

L’esordio di Antonino Asta sulla panchina della Pistoiese ha coinciso con la prima gara senza subìre reti per gli arancioni che, al ‘Melani’, hanno chiuso sullo 0-0 l’anticipo con l’Alessandria. Queste le prime impressioni del tecnico al termine della gara.

Uno si aspetta sempre il massimo, e quando si parla di massimo si pensa alla vittoria. A parte il primo quarto d’ora iniziale, dove c’erano scorie del passato che tutto sommato ci stanno, dopo una buona azione per noi, abbiamo cominciato a prendere campo anche noi e la partita è diventata più equilibrata. Nella seconda parte della ripresa volevamo vincerla, pur essendo stati poco incisivi. Ma sono abbastanza soddisfatto, abbiamo mosso la classifica e per la prima volta non abbiamo preso gol – ha affermato il tecnico, come testimonia il video diffuso da Pistoiese Channelma dobbiamo cercare di migliorare ed osare un po’ di più, soprattutto con tre attaccanti in campo. Nulla da bocciare, la squadra ha fatto quello che ho chiesto ed ha dato tutto. L’atteggiamento è quello giusto ma dobbiamo creare un po’ di più. Poi vorrei rivedere il rigore, Picchi ha detto di essere stato toccato e sembrava un fallo abbastanza evidente. Gli attaccanti hanno fatto sacrificio in fase di non possesso, ma ci è mancata la giocata iniziale. Arriveranno anche loro a darci le soddisfazioni. Nel finale abbiamo dato l’idea di averne più di loro come mentalità, come voglia ed anche sul piano fisico. Anche io volevo vincerla, per questo ho cambiato due attaccanti negli ultimi minuti. Sapevo che loro palleggiavano molto da dietro, ma finchè lo facevano dietro non potevano farci male. Nel primo tempo non sempre sono riusciti a ripartire, ma non ricordo occasioni importanti per loro. Mi aspettavo calassero piano piano ed avremmo voluto dare una soddisfazione alla gente che ha apprezzato quanto fatto dai ragazzi”.

Il tecnico ha già la mente al prossimo impegno. “Domani (oggi, n.d.r.) ci alleneremo per poi riposare lunedì ed affrontare, così la settimana tipo. Il pensiero è già al Cuneo, una squadra che sta facendo bene e che andrò a vedere. Il campionato è di estrema difficoltà”.