Padova, Andrea Mandorlini: “È solo il primo tempo, questa era la finalina

14.06.2021 10:00 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
Andrea Mandorlini
GrigiOnLine.com
Andrea Mandorlini
© foto di Chiara Biondini

Reti inviolate tra Padova ed Alessandria nell’andata della Finale Playoff dell’’Euganeo’. Il commento del tecnico dei biancoscudati Andrea Mandorlini al termine della gara è affidato ai microfoni ufficiali del club patavino.

È soltanto il 1º tempo, i ragazzi son stati bravi. Ora dobbiamo pensare solo a recuperare. Abbiamo fatto una buona partita, c’è un po’ di rammarico perchè speravamo di vincerla. Importante è stato non prendere gol, ora recuperiamo dei giocatori importanti per la gara di ritorno. Nicastro? Era proprio la scelta della disperazione, come Cissè, ho puntato sul ragazzino. Riccardo Ejesi? E’ un attaccante molto veloce, potevamo avere una palla lunga, avevamo molti giocatori stanchi, lui in profondità può avere una gamba importante. Ora dobbiamo recuperare energie importanti per la gara di ritorno. Loro sono una squadra solida, non ti concedono tanti spazi, speriamo di essere più bravi giovedì. Nel primo tempo gli abbiamo concesso troppo facilmente il centro dell’area, è la squadra che mi aspettavo, hanno fatto un grande campionato. Siamo moderatamente contenti. Il cambio modulo? Le punte si sono mosse bene, fa parte di questo momento, non è cambiato niente da ieri, siamo ancora in gioco. Ci è mancato l’episodio. Hallfredsson? Se sta bene é giocatore importante per questa squadra, bravo anche alla squadra che ha permesso di fare questo tipo di gara. L’ammonizione di Della Latta? Dispiace, è arrivato un po’ lungo, è stata un’ammonizione giusta. Ha fatto una stagione straordinaria. Il 3-5-2? E’ stata una scelta un po’ di necessità, un po’ perchè giocando così potevamo essere pericolosi, devo fare i complimenti ai ragazzi, l’abbiamo preparata in poco tempo. E’ stata una partita difficile, dove non dovevamo prendere gol, qualche occasione l’abbiamo avuta, ma conta poco ora. Siamo ancora in ballo, lasciamo stare tutto quello che è stato, questa era la finalina, ora dobbiamo giocarci tutto ad Alessandria. Biasci? Sono uno che pretende molto, oggi ha fatto molto molto molto bene”.