Novara, William Viali: “Squadra in crescita, mi aspetto un derby giocato a viso aperto”

11.12.2018 19:15 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
William Viali
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
William Viali

Alla vigilia del derby con l’Alessandria, che il Novara affronterà domani al ‘Moccagatta’, il tecnico degli azzurri William Viali ha presentato l’impegno in conferenza stampa a Novarello.

La rabbia è sbollita. Dopo una prestazione del genere – ha esordito il tecnico riferendosi alla partita di domenica scorsa pareggiata per 2-2 con la Lucchese dopo essere stati in vantaggio anche per 2-0 – ha dell’assurdo non portare a casa il risultato pieno. Dobbiamo solo prendere il meglio di quello che ha fatto la squadra, con la sua crescita nelle ultime tre partite. Il rammarico rimane, vuol dire che dovremo migliorare ancora se non è bastato questo. E poi non c’è tempo per piangersi addosso, siamo sempre qui a preparare nuove partite. Abbiamo subito rivolto il pensiero all’Alessandria, partendo dalla base della grande prestazione fatta domenica scorsa. Arrivati alla quindicesima partita, dobbiamo affrontarla con grande oggettività e senso di responsabilità. La squadra è cresciuta moltissimo e deve essere consapevole che se fa così tanto deve, per forza, portare a casa il risultato pieno. Non abbiamo sofferto l’episodio del 2-1, ma dopo. Probabilmente il gol subìto ha riaperto i fantasmi. Domenica c’era un’ottima atmosfera allo stadio, grazie ai ragazzi che hanno trasportato la gente con la loro prestazione”.

Secondo Viali l’Alessandria è un avversario del quale diffidare. “Incontreremo una squadra che ha qualità, con giocatori che possono risolverla in ogni momento, ed anche esperienza. Non vengono da risultati entusiasmanti ma la prestazione l’hanno sempre fatta. Mi aspetto una partita tra due squadre che vorranno cercare il risultato pieno. A noi piace giocare a viso aperto, perciò sarà una partita divertente. Per noi è l’ennesimo derby, ma la cosa che deve scattare nella nostra testa è la continuità delle prestazioni. Il risultato è sempre figlio della prestazione, al di là degli episodi delle ultime due gare. Quello che fa la differenza è la determinazione, sia nel chiudere le partite che nel non farle riaprire. Abbiamo raccolto troppo poco rispetto a quanto fatto finora, ci dobbiamo prendere le nostre responsabilità. Sono sicuro che arriverà il momento nel quale vinceremo le partite facendo un terzo di quanto fatto finora”.

Non è la tenuta fisica a preoccupare, bensì le assenze. “Sotto l’aspetto fisico la squadra sta rispondendo bene, anche se gioca tante partite ravvicinate. Abbiamo perso qualche giocatore per strada e questo non aiuta. Stoppa è ancora ai box con Sbraga, Bianchi non sarà della partita per il problema al polpaccio, Peralta è bloccato e Cacia sta provando a recuperare, ma anche la sua situazione è complicata. Oggi proverà, vedremo. Avere più scelte per quasta partita sarebbe stato meglio, ma faremo di necessità virtù”.

Non esiste che la mia squadra possa abbattersi. Chi fa questo mestiere sa che bisogna convivere con queste cose e sa che non bisogna mai mollare di un centimetro – ha concluso Viali – questo periodo ci sta condizionando da un po’ di tempo, ma sono convinto che arriveranno momenti più semplici e, soprattutto, più appaganti”.