Novara, Simone Banchieri: “Avremmo meritato il pari”

03.11.2019 12:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Simone Banchieri
Simone Banchieri

Il Novara perde il derby con l’Alessandria (leggi anche Alessandria-Novara 1-0, il derby del Piemonte dice grigi). In sala stampa il tecnico novarese Simone Banchieri ha commentato così l’esito del match.

Mi è piaciuta la volontà che abbiamo messo in campo nel secondo tempo per riprendere la partita, potevamo fare gol con Gonzalez. Chi è entrato lo ha fatto molto bene, con i cambi abbiamo migliorato la nostra partita. Dispiace per il risultato, avremmo meritato il pari per quello che abbiamo creato nel secondo tempo e, a parte il loro gol, non abbiamo concesso occasioni. Centravanti? C’era ed era Bortolussi che, nonostante una settimana difficile, ha fatto bene con impegno, Pinzauti poi è entrato bene. Abbiamo avuto tante occasioni su un campo difficile contro un avversario molto forte. Abbiamo dimostrato di essere alla pari, tenendo botta pur con nove giovani in campo dall’inizio. Obiettivo stagionale? Valorizzare i giovani e fare ottime partite cercando di vincerle, come abbiamo fatto stasera. Se la partita fosse finita pari saremmo stati qui a dire le stesse cose. Stasera i giovani hanno dimostrato sul campo di essere bravi. Non abbiamo sofferto sul piano fisico, e nel secondo tempo abbiamo preso in mano il centrocampo. Oggi non ho visto nessuno insufficiente. Il problema del gol è dovuto a situazioni che vanno così, dovremo essere più bravi e determinati a farle girare dalla nostra parte. Ma la squadra tiene bene il campo, fa la partita e farlo qui non è così semplice. A me dispiace moltissimo non avere fatto il risultato, nonostante possa essere soddisfatto per la prestazione”.

Il tecnico novarese ha poi chiuso rispondendo alle domande su Gonzalez, fischiatissimo ex di turno. “È un giocatore importante. In questo momento i suoi compagni stanno meglio di lui, ma quando è entrato ha fatto ottime cose. Ha avuto una palla gol importante a 5’ dalla fine. Ma è in un momento di difficoltà e dobbiamo aiutarlo. Novara gli vuole bene perché lì ha fatto la storia, perciò bisogna avere grande rispetto per lui. Comunque sono contento di come è entrato e non gli darei responsabilità che non ha e se non è lo stesso di tanti anni fa, è una cosa che vale per molti. Noi abbiamo bisogno di lui”.