Lecco, Gaetano D’Agostino: “Gol di Cosenza da non convalidare”

17.02.2020 10:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Gaetano D'Agostino
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Gaetano D'Agostino

Non è fortunato il ritorno ad Alessandria per Gaetano D’Agostino che, alla guida del Lecco, è uscito sconfitto dal ‘Moccagatta’ (leggi anche Alessandria-Lecco 2-1, i grigi tornano a vincere con Cosenza e Celia). Queste le parole del tecnico bluceleste che, in conferenza stampa dopo la partita, ha iniziato recriminando sul contestato gol di Cosenza che ha sbloccato il match.

Noi abbiamo preso un palo con D’Anna su punizione e poi l’arbitro ha convalidato un gol con la palla completamente fuori. E mi dicono che se ci fosse stato il Var non sarebbe stato gol. E allora chiediamo il Var anche in Lega Pro così ci sentiamo tutti allenatori e giocatori di serie A. Nel primo tempo la partita è stata tirata, l’Alessandria ha preso coraggio e noi ci siamo innervositi. Fino al gol la partita era equilibrata, con un’occasione più ghiotta per noi. Ci è voluto l’intervallo per ripristinare le energie e tornare alla partita e non a quello che è successo. Fossi stato in campo probabilmente mi sarei fatto espellere. Il primo gol, nella valutazione, è un’ingiustizia. Se poi parliamo del secondo gol, è stato un errore nostro. Nel secondo tempo siamo entrati più convinti, abbiamo messo in apprensione l’Alessandria sapendo che ci potevamo esporre a qualche inevitabile contropiede. Cheddira? È entrato bene, stiamo lavorando sul ragazzo e sta migliorando. Ha caratteristiche diverse da Capogna”.

Partita da ex? Figuriamoci, ho giocato contro il Siena dove sono stato tre anni da calciatore – ha proseguito D’Agostino – questa partita è stata preparata come le altre. Ho sempre cercato di prendere il meglio da Alessandria, a parte l’esonero. Non sono venuto qui emozionato o con sete di vendetta. Sono venuto qui da professionista ed il mio obiettivo era quello di portare punti a casa. Perciò mi spiace, nel primo tempo l’Alessandria era un po’ compassata, si è sbloccata con il gol. Poi, viste le condizioni del campo si poteva giocare solo sulle seconde palle e sulla fisicità, dove loro nel primo tempo sono stati migliori. Nella ripresa, invece, abbiamo segnato subito e gli abbiamo messo un po’ di paura”.