Lecco, Gaetano D’Agostino: “Ad Alessandria ogni anno c’è discordia...”

15.02.2020 15:30 di Redazione GrigiOnLine   Vedi letture
Gaetano D'Agostino
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Gaetano D'Agostino

Attesissimo ex di turno nel confronto tra Alessandria e Lecco che si giocherà domani, il tecnico dei blucelesti Gaetano D’Agostino ha introdotto i temi della partita nella consueta conferenza stampa.

Dobbiamo continuare il nostro cammino, Alessandria è una tappa importante, ma i ragazzi hanno già dimostrato maturità – ha affermato il tecnico come riportano le immagini diffuse da leccochannelnews.it da tante partite, a parte la parentesi Monza, la squadra è ormai collaudata dal punto di vista di prestazioni, continuità di risultati e atteggiamento.  La squadra ha la sua identità, anche se dobbiamo migliorare in alcuni particolari perché se  è evidente che non tutte le partite possono finire sul 3-0 nel primo tempo (il riferimento è al match del turno scorso con la Pergolettese, n.d.r.), dobbiamo comunque alzare l’asticella dell’attenzione nei secondi tempi. Per quanto rigurda l’atteggiamento sappiamo che domani affronteremo una squadra forte, che non vive un buon momento ha interpreti importanti per la categoria. Perciò dovremo stare attenti, anche all’aspetto ambientale”.

Ad Alessandria ogni anno c’è discordia – ha proseguito il tecnico riferendosi al suo ruolo di ex ed alle difficoltà che i grigi stanno incontrando – quindi non è solo il caso di D’Agostino. Come ho sempre detto io mi tengo il bel ricordo della piazza, perché è una piazza importante, ma sono abituato a guardare il presente che ora si chiama Lecco. Per me è una partita come tutte le altre, onestamente non mi sento di dire che sento la partita perché l’anno scorso ero ad Alessandria. Per me è una partita come tutte le altre, dobbiamo guardare al bene del Lecco e la partita dice che possiamo portare punti importanti da lì. Mi interessa solo quello”.

Tutti a disposizione in casa bluceleste. “La rifinitura è la prova del nove, ma i ragazzi sono tutti a disposizione e sono contento. Ci sono stati periodi in cui abbiamo avuto problemi, ora c’è abbondanza che mi permette di avere alternative e questo è un vantaggio per noi. Io neanche pensavo alle statistiche – ha aggiunto D’Agostino relativamente al fatto che il Lecco nelle ultime dieci giornate è la seconda miglior formazione del torneo dopo il Monza – che lasciano il tempo che trovano. Io guardo la realtà, che dice che noi dobbiamo ancora salvarci. Perciò dobbiamo rimanere concentrati ed affamati. Agostinone? Non baso le scelte sul fatto che uno sia un ex, i ragazzi sono tutti molto motivati. E poi c’è anche Pastore che è un ex…”.