L.R. Vicenza, Francesco Baldini: “Tutti possono essere decisivi”

05.05.2022 16:30 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
Francesco Baldini
GrigiOnLine.com
Francesco Baldini

Alla vigilia della trasferta di Alessandria, dove si deciderà la stagione del L.R. Vicenza, il tecnico biancorosso Francesco Baldini ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue parole riprese da biancorossi.net.

Ce la siamo guadagnata sul campo e abbiamo rimesso nelle nostre mani la possibilità di fare qualcosa di importante. Non dipende dagli altri è una cosa importantissima. I ragazzi sono concentrati e hanno fatto una buona settimana. Sono consapevoli dell’importanza di questa partita. Dopo lo sforzo fatto nelle ultime partite sarebbe un peccato, domani sera, uscire dal campo e non aver dato tutto quello che abbiamo”.

Per il tecnico, da poco sulla panchina dei vicentini, si tratta di un impegno di grande rilievo. “Ci sono stati momenti molto importanti, ma questo è un palcoscenico importantissimo in cui non mi sono mai trovato. Sono molto concentrato sui ragazzi, sulla nostra squadra”.

Contini? Si è parlato tantissimo – ha proseguito Baldini – e lui non si è allenato per due giorni e il terzo giorno ha fatto un lavoro differenziato. Ieri e oggi ha fatto allenamento con la squadra. È a completa disposizione. Abbiamo vissuto la vicenda serenamente perché noi abbiamo vinto la partita sul campo, quello è l’importante. In un quarto d’ora abbiamo rimesso in piedi la stagione”.

Le condizioni del gruppo biancorosso. “Abbiamo recuperato Greco e Bikel al 100%. Meggiorini ha fatto lavoro differenziato per un paio di giorni per un problema al tallone, ma è recuperato. Teodorczyk ha sempre il suo problema alla spalla. Tutti gli altri sono a disposizione. C’è grande dispiacere per Crecco perché ha fatto qualcosa di importate: ha giocato 18 minuti con una frattura alla rotula”.

Noi è dalla prima giornata che ci troviamo in zona retrocessione – ha aggiunto il tecnico vicentino – mentre l’Alessandria è da ottobre che non rischia più e si trova a rischiare l’ultima partita. È una cosa che non abbiamo sottovalutato. Sappiamo l’ambiente che ci possiamo aspettare a livello di stadio. È una partita in cui non bisogna aver fretta, non bisogna perdere gli equilibri. Loro hanno il doppio risultato a loro favore, ma non penso che mister Longo prepari la partita per giocare sul doppio risultato. Mi aspetto l’Alessandria con le sue caratteristiche, cioè aggressiva. Noi abbiamo lavorato sulle contromosse e mi sento che siamo pronti”.

Dove si deciderà la gara. “La differenza la può fare tantissime cose. I ragazzi devono essere protagonisti del ruolo che ricoprono in ogni momento. Non bisogna inventarsi niente. Tutti possono essere decisivi. Rigoristi? Dipende da chi gioca. Sicuramente Diaw, Meggiorini, Ranocchia e Giacomelli. Ci sono molti giocatori rigoristi. Il primo rigorista, se in campo, è Diaw”.

Ad Alessandria ci sarà il pubblico delle grandi occasioni. “Ho rivisto più volte le riprese sul goal di Ranocchia e si è sentita la passione, la voglia e le emozioni di tutto lo stadio. I tifosi ci rendono più forti”.