L'avversario di giornata: Pontedera ai raggi X

06.10.2019 10:00 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
L'avversario di giornata: Pontedera ai raggi X

L'Alessandria torna al Mocca e lo fa contro il Pontedera, squadra che ha iniziato bene il campionato ma che arriva a questa sfida con diverse assenze in organico. La squadra di Ivan Maraia, infatti, sarà priva di bomber Christian Tommasini e dei centrocampisti Filippo Serena e Andrea Caponi (leggi anche: Pontedera, Paolo Giovannini: “Ad Alessandria ci mancheranno pedine importanti”).

Squadra molto giovane, con un'età media di 23,3 anni, vede in Caponi, De Cenco e Mannini - gli unici trentenni - i suoi giocatori più esperti. Ma la bravura del Pontedera è stata quella di costruire una squadra con ragazzi molto interessanti provenienti dai vivai di squadre di A e B. Ecco che dal Genoa sono arrivati Bruzzo e Bernardini, dall'Atalanta Mazzini e Salvi e dal Verona Pavan. Tutta gente che nella squadra di Maraia gioca titolare.

E che dire proprio di Maraia? Il tecnico guida i toscani dal 16 maggio 2017, plasmando la squadra a sua immagine e somiglianza. Ma soprattutto raggiungendo importanti risultati negli anni. Tanto che, a scapito di ogni pronostico, occupa attualmente la sesta posizione in classifica con 12 punti venendo battuta una sola volta nelle prime sette giornate trovando tre vittorie e tre pareggi. Il modulo usato è il 3-5-2 con De Cenco e Tommasini vertici ultimi delle giocate offensive.

Proprio l'attacco è tra i punti di forza del Pontedera che in sette uscite ha segnato 11 reti, tre in meno dell'Alessandria. De Cenco è il capocannoniere indiscusso con tre gol, seguito a una sola lunghezza dal terzino Calcagni e dal centrale difensivo ed ex grigio Luca Piana. E se il pacchetto offensivo viaggia spedito, la difesa invece è tutt'altro che impermeabile. Sono infatti 10 i gol subiti dai toscani, di cui quattro però incassati nella disfatta contro il Renate.