L’avversario di giornata, i biancoscudati del Padova ai raggi X

13.06.2021 14:30 di Redazione GrigiOnLine   vedi letture
L’avversario di giornata, i biancoscudati del Padova ai raggi X
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Il Padova ha concluso la regular season del girone B al secondo posto con 79 punti. Tanti quanti il Perugia, che ha centrato la promozione alla serie cadetta grazie al vantaggio negli scontri diretti. Il tutto è accaduto dopo un girone di ritorno condotto prevalentemente in testa dai biancoscudati, e pure con un cospicuo vantaggio nei confronti degli umbri, ma poi sciaguratamente dilapidato ad un passo dal traguardo. Per chi, proprio come l’Alessandria nella stagione 2016/17, ha già vissuto un’esperienza del genere si tratta di una sorta di déjà vu. Ma andiamo oltre… 

Si diceva che il Padova ha ottenuto 79 punti – bottino comunque di assoluto rilievo soprattutto se comparato con quello accumulato dalla altre due seconde classificate nei rispettivi gironi (68 punti per l’Alessandria nel girone A, così come per il Catanzaro nel girone C) – che sono stati il frutto di 24 vittorie, 7 pareggi e 7 sconfitte. Molto positiva anche la differenza reti, solo la Ternana dei record ha fatto meglio, con 68 gol segnati e 26 subìti.

La stagione dei patavini era cominciata con la Coppa Italia, manifestazione nella quale il Padova si è fermato al terzo turno, eliminato dalla Fiorentina dopo aver avuto ragione di Breno e Frosinone.

L’amaro secondo posto in campionato ha comunque consentito ai biancorossi di accedere ai playoff partendo, esattamente come l’Alessandria, dal secondo turno della Fase Nazionale. Qui i veneti hanno eliminato il Renate vincendo l’andata in trasferta per 3-1, grazie ad una tripletta di Chiricò, ma soffrendo oltremodo al ritorno, perso all’’Euganeo’ con lo stesso punteggio. Di fatto la qualificazione alla Final Four è stata ottenuta solo grazie al fatto di essere testa di serie. La successiva doppia semifinale con l’Avellino, costellata da sterili polemiche che comunque non hanno inciso sul risultato maturato sul campo, ha visto la formazione condotta da mister Mandorlini eliminare gli irpini grazie al successo per 1-0 conseguito al ‘Partenio-Lombardi’ nella gara di ritorno (gol decisivo di Della Latta), dopo l’1-1 sortito nel match di andata disputato in terra veneta.

Sulla panchina del Padova siede Andrea Mandorlini, subentrato a Salvatore Sullo nel corso della passata stagione, il quale predilige disporre la difesa a quattro, senza disdegnare variazioni sul tema tattico per quanto concerne il resto dello schieramento che può prevedere le tre punte oppure il rombo di centrocampo con un trequartista alle spalle di due attaccanti.

Tra i giocatori più produttivi agli ordini del tecnico c’è sicuramente il centrocampista Simone Della Latta (‘93), capocannoniere stagionale dei veneti con 13 reti messe a segno in tutte le competizioni disputate cui si devono aggiungere 5 assist. Il giocatore maggiormente utilizzato è stato finora il centrocampista Umberto Germano (‘92), con 43 presenze complessive e quasi 3.600’ di impiego. Anche il già citato Della Latta ha accumulato un minutaggio molto significativo, e meritano un‘ulteriore menzione il duttile centrocampista brasiliano Ronaldo Pompeu Da Silva (90’), 11 reti e 8 assist, l’attaccante Cosimo Chiricò (‘91), 10 reti e 9 assist, e la punta centrale Francesco Nicastro (‘91), autore di 9 reti e 3 assist. Citazione particolare per due ex grigi, ossia il portiere Giacomo Vannucchi (‘95), titolare per ben 30 giornate consecutive in campionato e poi improvvisamente relegato in panchina dopo le 4 reti subite dal Matelica, e l’attaccante Claudio Santini (‘92), 8 reti ed 1 assist, il quale l’11 maggio scorso ha rimediato 10 giornate di squalifica per gli insulti razzisti rivolti ad un giocatore della Sambenedettese durante la gara disputata il 19 gennaio. Da sottolineare che la Corte d’Appello Federale ha appena rigettato il ricorso avanzato dal club patavino a proposito dei fatti accaduti, confermando la squalifica.

Biancoscudati e grigi, infine, non si incrociano dalla stagione 2015/16.