Un pari che brucia

15.10.2018 19:00 di Il Fuccio  articolo letto 303 volte
I grigi sotto la Nord
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
I grigi sotto la Nord

Un lancio di 30 metri, peraltro casuale, che trova uno dei tre centrali difensivi nettamente fuori posizione, obbligando l'affannoso ripiego dello splendido Sartore che culmina con il netto fallo da rigore...

Questa è la produzione offensiva del tanto blasonato Siena che esce dal Moccagatta con un punto che molto probabilmente non meritava, lasciando amaro in bocca e molte recriminazioni a noi tifosi grigi.

In difficoltà solo nei primi 10' di entrambi i tempi, i Grigi giocano un'ottima partita, con un 3-5-2 in cui spiccano le prove di Maltese e Sartore, trovando il gol sul finire della prima frazione con una ripartenza a tre tocchi che porta De Luca ad impattare di testa un cross con il fiocco di Sartore.

Nella ripresa (forse tardivo il cambio Gazzi-Bellazzini) si erge a protagonista in negativo il sig. Marchetti di Ostia che prima ferma Santini lanciato in solitario verso la porta toscana per un fuorigioco molto dubbio per poi negare un rigore a nostro favore per un fallo apparso degno di essere fischiato su Sartore.

Il match ball all'imbrunire della sera fallito da Talamo solo soletto sul dischetto del rigore e l'ultima ripartenza vanificata dall'eccessivo altruismo di De Luca mi portano ad uscire dal Moccagatta con recriminazioni assortite, ben consapevole che la vittoria manca dalla prima giornata, che la Rosa non e' corta ma cortissima, che facciamo fatica a far gol e chi più ne ha più ne metta.

Ma vedere Prestia e Sartore crollare a terra al fischio finale in preda ai crampi mi autorizza a scattare in piedi dalla Tribuna ed applaudire questi ragazzi, siamo una squadra che dovrà mantenere la Categoria, obiettivo che deve essere focalizzato ben bene da alcuni di Noi, siamo tornati ai vecchi Grigi, dopo quattro anni di caviale e champagne.

La cucina del ristorante sotto casa ripropone pasta e fagioli, se decidiamo di sederci al tavolo e dar fiducia al Cuoco ed ai suoi collaboratori, facciamolo senza magari fischiare e mugugnare al terzo retro passaggio al centrale difensivo...ci sarà da soffrire senza ombra di dubbio, ma fino ad oggi squadre che ci hanno messo sotto non ne ho ancora viste, Pisa e Siena su tutte.