Tutto bene quel che finisce bene, aspettando... il mercato

14.01.2020 12:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Tutto bene quel che finisce bene, aspettando... il mercato

Sappiamo bene che la ripresa del campionato, spesso, nasconde insidie. E riprendere il torneo, dopo una interruzione prolungata, per di più contro un avversario come la Carrarese, molto pericoloso in chiave offensiva, non aiuta di certo.

Per questo, a dirla tutta, la prestazione della formazione di mister Scazzola è da considerare sufficiente, e non solo perchè impreziosita dal pareggio di Eusepi arrivato nei minuti conclusivi. Con una mossa a sorpresa, e prendendosi anche qualche rischio, a 20’ dalla fine il tecnico ha infatti gettato nella mischia proprio l’autore della reta del pareggio e Prestia, entrambi reduci da infortuni di un certo rilievo.

Tutto bene quel che finisce bene, ci viene allora da dire. Senza contare che, oltre a quanto già detto, la formazione grigia scesa in campo domenica presentava alcuni elementi che si sono comunque messi al servizio del gruppo nonostante fossero febbricitanti. Un bell’esempio, che riassume perfettamente lo spirito che anima la squadra e giustifica, almeno in parte, qualche sbavatura.

Chi è certamente meno giustificabile, sono coloro i quali hanno deciso di assentarsi dal ‘Moccagatta’. Difficile commentare numeri come quelli che da un po’ di tempo a questa parte contraddistinguono le gare interne dei grigi. Con la Carrarese, oltre i 983 abbonati (che magari non c’erano neanche tutti...) c’erano 556 paganti (un’ottantina dei quali nel settore ospiti...). In sostanza nemmeno 1.500 tifosi grigi sugli spalti, un’involuzione che davvero si fatica a comprendere.

Speriamo, allora, che qualche colpo di mercato, unito a qualche risultato importante, possa riaccendere l'entusiasmo.