Quello che conta è il presente

12.04.2021 12:30 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Quello che conta è il                                  presente
GrigiOnLine.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

Non stiamo a scomodare paragoni, analogie o differenze rispetto ad un passato più o meno recente. Quello che conta è il presente.

Ma per capire meglio il presente un piccolo passo indietro dobbiamo farlo. E andiamo, allora, al 21 febbraio scorso, quando si giocò la 26^ giornata. Nel pomeriggio l’Alessandria pareggiava a reti inviolate a Pontedera mentre il Como, in serata, vinceva per 2-1 con la Giana Erminio. Dopo questi risultati la classifica recitava Como 55, Renate 50, Pro Vercelli 47, Lecco 44, Pro Patria 42, Alessandria 41. I punti che dividevano i grigi dalla capolista, dunque, erano ben 14 ed era oggettivamente molto complicato ipotizzare una rimonta.

Tornando al presente - che, ripetiamo, è l’unica cosa che conta davvero - possiamo analizzare una situazione che non richiede ulteriori commenti. La classifica, infatti, vede Como 66, Alessandria 65 e Pro Vercelli 61, con lariani e vercellesi che devono recuperare una partita (mercoledì prossimo si giocherà Olbia-Como e mercoledì 21 aprile si giocherà Pro Vercelli-Lecco) e tutte le altre ormai fuori dai giochi per la promozione diretta.

Ieri l’Alessandria ha giocato a Sesto San Giovanni già conoscendo il risultato del Como, come era già successo in tutte le occasioni a partire proprio dalla 27^ giornata. E la stessa cosa succederà anche domenica prossima, quando i grigi ospiteranno la Pergolettese alle 20.30 mentre il Como giocherà a Livorno alle 17.30...

Finora non era mai accaduto, ma l’esito della gara giocata al 'Sinigaglia' - con il Como che si è fatto rimontare dal Grosseto dopo essere stato in vantaggio per 2-0 - ha indubbiamente condizionato il primo tempo giocato dai grigi al ‘Breda’. Lo ha ammesso anche mister Longo nella conferenza stampa post-partita. Tutto bene quel che finisce bene, comunque, con l'Alessandria che è tornata in campo per il secondo tempo ritrovata e convinta.

Anzi grazie ai risultati via via ottenuti la squadra ha riacceso l’entusiasmo dei tifosi grigi in maniera tanto improvvisa quanto calorosa, come testimoniato dai festeggiamenti alla squadra di ritorno da Sesto San Giovanni. E vedere i tifosi grigi che festeggiano è un vero piacere per gli occhi...