Quelli belli e sfortunati di strada ne fanno poca, purtroppo

25.11.2019 12:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Scazzola e Martini
Scazzola e Martini

In una partita di calcio l’analisi della prestazione deve essere influenzata il meno possibile dal risultato. Soprattutto quando il risultato è negativo a fronte di una prestazione positiva, almeno per larghi tratti.

Che il Monza capolista abbia qualche problema in più tra le mura amiche è testimoniato dal fatto che i brianzoli non vincevano in casa da un mese.

Sotto gli occhi di Fabio Capello - il quale ha curiosamente esultato in maniera convinta in occasione delle segnature biancorosse - mister Cristiano Scazzola è stato un vero e proprio protagonista. Se la prestazione della squadra è stata apprezzabile, soprattutto per quanto messo in mostra nella prima ora di gioco, ciò significa il tecnico ed il suo staff hanno preparato la partita in maniera eccellente. Con il senno di poi, invece, è parsa meno buona la gestione dei cambi. Come dire che la lettura a gara in corso è certamente migliorabile e, soprattutto, potrebbe essere agevolata da una maggiore profondità della rosa a disposizione. 

Detto che quelli belli e sfortunati (esattamente come sono stati ieri i grigi) di strada ne fanno poca, chiudiamo con un cenno sull’arbitraggio.

Sul punteggio di 0-0, nonostante un paio di interventi al limite della regolarità - Dossena su Gliozzi e Cambiaso su Marchi - il direttore di gara Alberto Santoro non ha decretato il rigore per i padroni di casa attirando su di sè le ire dei tifosi biancorossi.

Pensate solo per un attimo come avremmo commentato, invece, se le cose fossero accadute a parti invertite...

Sarà il caso di ricordarselo, in futuro.