Mettiamo fine alla farsa

19.01.2019 08:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:   articolo letto 426 volte
© foto di Andrea Rosito
Mettiamo fine alla farsa

Se tutto va bene domani l’Alessandria giocherà una gara del terzo campionato nazionale, la serie C, contro una squadra di ragazzini che vestiranno la maglia del Pro Piacenza.

È vero che non è la prima volta che società in difficoltà sono costrette a schierare formazioni improbabili. Ma stavolta siamo alla farsa.

Il Pro Piacenza ha già rinunciato a giocare tre partite in questo torneo, praticamente non ha più alcuno dei giocatori tesserati ad inizio stagione, non ha più un settore giovanile, ha presentato una fidejussione giudicata non regolare e non ha pagato gli stipendi.

Ovviamente tutto quanto sopra descritto genererà un numero imprecisato, ma comunque considerevole, di punti di penalizzazione che si aggiungerà a quelli già accumulati finora.

Eppure, nonostante tutto questo, domani sarà (o almeno vorrebbe essere...) in campo con un manipolo di giovanotti reclutati per affrontare una gara ufficiale. Non solo. Il presidente del Pro Piacenza Maurizio Pannella (leggi anche Pro Piacenza, Maurizio Pannella: “Domenica giocheremo regolarmente al ‘Garilli’. A breve salderò tutto”) ha manifestato l’intenzione di proseguire il campionato con questi presupposti.

Non sappiamo quali esiti avrà lo sciopero proclamato dall’AIC... Speriamo serva, almeno, a far aprire gli occhi a chi di dovere.