La partita perfetta?

24.03.2019 09:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Nils Liedholm
Nils Liedholm

L’Alessandria allunga la sua collezione di pareggi, arrivata a quota 18 in stagione (!), chiudendo per l’ottava volta una gara a reti bianche. Se l’indimenticato Nils Liedholm era solito affermare che la partita perfetta è quella che finisce 0-0, Cuneo-Alessandria non ci è sembrata una partita perfetta

L’esito finale dell’incontro, piuttosto, è semplicemente l’inevitabile (e, forse, prevedibile…)  conseguenza del fatto che si siano confrontati due dei peggiori attacchi del girone A. Per la precisione, questo a noi interessa, l’attacco dei grigi è il penultimo del torneo con 24 reti all’attivo. Solo l’Arzachena (19 reti) per il momento è riuscita a fare peggio.

Mister Colombo lo aveva affermato fin dal primo giorno, è più facile allenare la fase difensiva. Affermazione che ci sentiamo di condividere. Quello che non condividiamo è che la fase offensiva non sia in grado di mettere gli attaccanti nella condizione di tirare verso la porta. Pur con tutte le attenuanti del caso, quello che davvero stona è il rendimento di giocatori come Santini e Coralli, arrivati in grigio con l’obiettivo di dare peso all’attacco.

E così ci si trova a dover fare affidamento su due giovanotti di belle speranze, ma scarsa esperienza, come De Luca ed Akammadu. Forse varrebbe la pena di insistere su di loro in questo finale di campionato. Del resto il primo sta rispondendo piuttosto bene, più di un terzo delle rete messe a segno dai grigi portano la sua firma, mentre l’altro da oggetto misterioso si sta trasformando in potenziale sorpresa.