In bocca al lupo, Fabio!

04.06.2019 11:00 di Fabrizio Pozzi Twitter:    Vedi letture
Fabio Artico
Fabio Artico

La conferenza stampa di ieri durante la quale è stato presentato Fabio Artico​​​​​​, ​il quale sarà il direttore sportivo dell’Alessandria per i prossimi due anni, non ha riservato grandi sorprese. Ma forse neanche ce le aspettavamo. Del resto non è una sorpresa la solidità economica della società ma, da questo punto di vista, non può che fare piacere a tutti la notizia diffusa dal presidente Di Masi il quale ha affermato che sono stati azzerati (!) di tutti i debiti pregressi. Nè è una sorpresa che non sia stato nominato un direttore generale, figura della quale lo stesso presidente ritiene, argomentando con logica, di poter fare a meno. E, per una società che afferma di voler puntare sui giovani, non può definirsi sorprendente il fatto che il responsabile del settore giovanile Nereo Omero fosse lì accanto al presidente ed al nuovo diesse.

Che, ovviamente, è stato il vero protagonista. E di certo Artico non ha potuto, né ha voluto, mascherare le sue sensazioni. Emozionato e molto motivato, Fabio è apparso ben conscio della grande responsabilità che lo attende. Perché tornare, con un ruolo diverso, nella piazza che più lo ha apprezzato da calciatore non è semplice. E, come egli stesso ha lucidamente affermato, il suo lavoro non potrà essere giudicato a prescindere solo sulla base del suo passato da calciatore.

Ma è proprio quel passato a rappresentare una sorta di garanzia per la tifoseria. Di sicuro la scelta del presidente Di Masi è stata molto forte, anche perché non si può tralasciare il fatto che finora Artico, come direttore sportivo, ha avuto un paio di esperienze (Delta Porto tolle e Cuneo) non particolarmente entusiasmanti. Anche per questo Artico muore dalla voglia di dimostrare, prima di tutto a sé stesso, di poter occupare con merito quel posto dietro la scrivania.

Il primo passo sarà la scelta dell’allenatore e, a seguire, la costruzione di una rosa che partirà dalla base dei giocatori attualmente sotto contratto.

Cioè si comincia a fare sul serio... In bocca al lupo, Fabio!