Cinque lunghi mesi

29.04.2018 09:00 di Fabrizio Pozzi  articolo letto 621 volte
© foto di Fabrizio Pozzi
Cinque lunghi mesi

Cinque mesi sono lunghi. Se poi sono senza sconfitte sono anche belli. E se, durante questi cinque mesi, si costruisce un percorso che permette di riconquistare un trofeo da festeggiare nel proprio stadio bollente di passione, allora si può davvero dire con sono stati cinque mesi prodigiosi.

Ventisei partite senza sconfitte, tra campionato e Coppa Italia, hanno fatto crescere in maniera esponenziale l’autostima del gruppo, perciò vogliamo credere che non ci si debba preoccupare troppo per l’esito scaturito al ‘Melani’ di Pistoia, dove si è interrotta l’imbattibilità dei grigi.

Perdere, comunque, non piace a nessuno, come ha giustamente affermato mister Marcolini nel dopo partita. E, soprattutto, come ha dimostrato la squadra sul campo proponendo una confortante reazione sia dopo lo svantaggio iniziale che dopo il raddoppio degli arancioni, nonostante la gara non avesse significato per la classifica. Reazione culminata con la rete messa a segno da Kleto Gjura una manciata di minuti dopo aver fatto il suo esordio in prima squadra.

A proposito, è bello vedere ragazzi che, partendo dal settore giovanile, trovano spazio in prima squadra. Nel finale di gara erano addirittura in tre contemporaneamente in campo, fatto piuttosto inusuale sebbene agevolato dalle circostanze. Ovviamente non basta questo per affermare che Xavier Usel, Vittorio La Fauci o lo stesso Kleto Gjura – per citare chi è stato schierato ieri – avranno un futuro da calciatori professionisti.

Ma permetteteci, almeno, di augurarlo loro.