Trei! Jën pü bel che l’ater! (Tre! Uno più bello dell’altro!)

LEGENDA: ë=pronuncia come per la “eu” francese (es.: biciclëta); é=la “e” di méla; è=la “e” di sette; ó=la “o” di sotto; ò=la “o” di bòtta; ü=pronuncia alla francese (es.: tütt); š=la “s” di rosa
07.07.2020 12:00 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
Trei! Jën pü bel che l’ater! (Tre! Uno più bello dell’altro!)

Toncc j’hon dicc chi smjavu bei e ‘ndrumentà...

A voi vighi mé chi c’l’è bon a sautè ‘me ‘na cavalëta,

Dop trei meis che, per forsa, t’ei sarà ‘n ca’,

adventi ‘me in ušlén sarà ant’la gabiëta:

quondi ch’it drobu per fèt sorti a l’aria druerta,

vòtti da chì, votti da là ma t’ei pü bon a vulè.

T’hai ancura j’ogg cuatà da ‘na bela cuerta

e uj va ‘n po’ d’temp per turna cmensipiè.

Onchesé j’hon sübit crijà drera as gram purtié

c’l’ava ammachi ciamà, dop essi stacc a cà ‘n’eternità,

 ‘n’infurmasión an segnalinee, tònt c’uj’era da spicè,

per savej su j’era in bancomat ‘penna lé tacà...

Jën, sgagià, l’ha tirà da luntòn ’na bela pera;

el purtiè l’ha brancà ‘l balón, u s’è anvidà an si pé

e l’entrà an porta lü, la bala e u só dadrera...

Però cucdën el duiva nent criticheli propi acsé...

Difati, dòp an po’, l’ha facc ‘na gròn brancà

e j’ater, onca si giogu an serie C,

j’hon facc trej gol da serie A!

J’oss... a la larga! Chi vagu a drumì!

Tanti han detto che sembravan belli addormentati.../Vorrei vedere io chi è capace a saltare come una cavalletta/dopo tre mesi che, per forza, sei chiuso in casa,/diventi come un uccellino chiuso nella gabbietta:/quando ti aprono per farti uscire all’aria aperta,/girati di qui, girati di là ma non sei più capace a volare./Hai ancora gli occhi coperti da una bella coperta/e occorre un po’ di tempo per cominciare di nuovo./Hanno anche subito gridato dietro a quel povero portiere/che aveva solamente chiesto, dopo essere stato a casa un’eternità/un’informazione a un segnalinee, tanto che c’era da aspettare/ per sapere se ci fosse stato un bancomat appena lì vicino./Uno, svelto, ha tirato da lontano una bella pera;/il portiere ha afferrato il pallone, si è avvitato sui piedi/ed è entrato in porta lui, la palla e il suo di dietro.../Però qualcuno non avrebbe dovuto criticarlo proprio così.../Difatti, dopo un po’, ha fatto un gran parata/e gli altri, anche se giocano in serie C/han fatto tre gol da serie A!/Gli ossi... alla larga! Che vadano a dormire!