Puešia d’la bala andrenta (Poesia della palla dentro)

18.02.2020 10:00 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
Le proteste del Lecco
Le proteste del Lecco

Toncc i devu ancur capì che, antònt, la verità,
ant’el balon, la chënta quasi o propi nenta.
Ina partea l’ha la só storia, dem da tra!
Se l’omi d’la bandiera l’ha dicc c’l’era andrenta...

Se t’vai a serchè del grònni con la foto e l’amšüra
d’la bala e d’la riga... s’l’era pü da là che da chì...!
J l’hon dacc bón e ‘l gol a l’era ad sicüra.
J’ho bütà la bala an meš e tütt l’è finì.

Adess i curu fort, pü tònt che prima
us vigg che ‘l mister uj’ha dicc ad fè sgagià
se propi t’rivi nenta an cima
almenu, d’la clasifica, rivè dòp la metà.

La partea prima, j smiavu smort...
adess j son beij russ, i fon d’la strà,
j’hon da purtè trej poncc an port!
Lassa chi dišu... l’è fià sgarà!

Tanti devono ancora capire che, intanto, la verità / nel pallone conta quasi o proprio niente. / Una partita ha la sua storia, datemi retta! / Se l’uomo della
bandiera ha detto che era dentro...

Cosa vai a cercare delle grane con la foto e la misura / della palla e della riga... se era più di là che di qui...! / L’hanno dato valido e gol era di sicuro. / Hanno messo la palla al centro e tutto è finito.

Adesso corrono forte, di più di prima / si vede che il mister ha detto loro di fare in fretta / se proprio non arrivi in cima / almeno, della classifica, arrivare
dopo la metà.

La partita scorsa, sembravano pallidi... / adesso sono belli rossi, fanno della strada / hanno da portare tre punti in porto! / Lascia che dicano... è fiato sprecato!