Pop.. Art (Pop... Art)

23.04.2018 09:00 di Ferruccio Reposi  articolo letto 349 volte
Ionut Pop
Ionut Pop

I sarròn vent’ani c’a voj savei se c’a l’è la “Pop Art”... J’è mai stacc jën c’l’aba savì spieghemla c’me ch’us dev: “L’è in muviment da chì, l’è in muviment da là... L’è ‘na roba c’la ven fóra da popular... quondi ch’et leši i fümëtt, alura té t’devi savej...” Mé a só ch’aj’ho nent capì. Fin’ancó. Adess al só!  L’è l’art ad parè i rigur! Acsé ajuma riscatà cul d’l’atra vòta. Us ciama Ionut, l’ha vent’ani ma vent’ani i poru avei toncc ater ma con ist nòm u sarrà dificil truveni. D’ancó aj’ho in ater anvud ma nent perché l’ha parà u rigur... perché l’ha in nom che con u cugnom la smea na füsilà! C’me cula c’l’ha parà ancò!

Saranno vent’anni che voglio sapere che cos’è la “Pop Art”... Non c’è mai stato uno che abbia saputo spiegarmela come si deve: “ È un movimento di qui, è un movimento di là... È una cosa che deriva da popolare... quando leggi i fumetti, allora devi sapere...” Io so che non ho capito. Fino ad oggi. Adesso lo so! È l’arte di parare i rigori! Così abbiamo riscattato quello dell’altra volta. Si chiama Ionut, ha vent’anni ma vent’anni possono averli tanti altri ma con questo nome sarà difficile trovarne. Da oggi ho un altro nipote ma non perché ha parato il rigore... perché ha un nome che con il cognome, sembra una fucilata! Come quella che ha parato oggi!