L’era in recupero... (Era un recupero...)

Note: vocali con accento acuto (es.: é, ó) sono chiuse: méntre, mólto; con accento grave (es.: è, ò) sono aperte: rèsta, pòsta; ü="u" francese: pü; ë="eu" francese: biciclëta; š=“s” di “rosa”
05.04.2018 09:00 di Ferruccio Reposi  articolo letto 405 volte
Michele Marconi
© foto di Fabrizio Pozzi
Michele Marconi

Sé, sé, in recupero e... ajuma recüperà in poncc, anveci che trej. Forse l’è pü in prublema d’matematica che ater. Però a digh ‘n’afari: anveci che tirè ‘l balón, piònda d’mira la porta, pruvuma (mé a prov nenta; l’è in plüral del re!) a tirè, piònda d’mira la bandierenna del corness... Mé a diggh che, sicürissim, el balon el va ‘ndrenta. Toncc i cuntinuu a dì ch’uj monca ‘na poncia. J’avròn mila rašón ma mé a digh ch’uj monca el cü, pü che ‘na poncia. Aj’ho turna alšì che Marconi  l’è nenta da chì, l’è nenta da là... po’, sübit dop, l’è meij che Einstein; i passu nionca doj minütt e l’è in Cichinišio qualunque. Mé a crëd che ‘l prim a nenta drumì la nocc per i só erur, u sea propi lü, Marconi. Perché i giugadur, i devi savej che, prima di pé, j’hon ‘na testa. Prima ancura del portafoj...

Sì, sì, un recupero e... abbiamo recuperato un punto, anziché tre. Forse è più un problema di matematica che altro. Però dico una cosa: invece di tirare il pallone, prendendo di mira la porta, proviamo (io non provo; è un pluralis maiestatis!) a tirare, prendendo di mira la bandierina del corner... Io dico che, sicurissimamente, il pallone va dentro. Tanti continuano a dire che manca una punta. Avranno mille ragioni ma io dico che che manca la fortuna, più che una punta. Ho di nuovo letto che Marconi non è qui, non è là... poi, subito dopo è meglio di Einstein; non passano due minuti ed è un Cecchinisio qualunque. Io credo che il primo a non dormire di notte per i suoi errori, sia proprio lui, Marconi. Perché i giocatori, dovete sapere, prima dei piedi, hanno una testa. Prima ancora del portafoglio...