Duma Grigi e... Nobel (Andiamo Grigi e... Nobel)

29.10.2019 08:30 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
Duma Grigi e... Nobel (Andiamo Grigi e... Nobel)

No, la vó nent’ essi ‘na ripetision d’la rubrica. Duma Grigi, ant’el sens d’andè anòn, nenta ‘ndréra! Cui chi voru purtè scarogna, a forsa d’andè... i l’hon purtaia e onca bundansiuša. El vó dì che Andreotti l’ava rašon: “Se t’pensi ma’ t’ei gram ma del vòti t’hai tachi dabón”. T’pori nenta vensi sing partei ad fila, sensa piè in gol e feni ater sing e pieni nov! Cuccoša el dev essi capità... Vighi d’j’erur d’analfabeta quondi che la smonna prima t’hai vensì el Nobel d’l’ortografia?!? Aurissa nenta c’la füssa la solita storia, cmensaja in filinen prima... tònt per gaveti la sudisfassion ad pensè gròn robi, quond che t’hai ancura del fià da sgarè! Uj vó d’la resistensa ma... ater che cula du ’44!!!

Voster Ferry (tònt c’a resist!)

No, non vuole essere una ripetizione della rubrica. Andiamo Grigi, nel senso di andare avanti, non indietro! Coloro che vogliono portare sfortuna, alla lunga... l’hanno portata e anche abbondante. Ciò vuol dire che Andreotti aveva ragione: “Se pensi male sei un menagramo ma a volte ci azzecchi davvero”. Non puoi vincere cinque partite di fila senza prendere un gol e farne altre cinque ed incassarne nove! Qualcosa dev’essere successo... Vedere errori da analfabeta quando la settimana prima hai vinto il Nobel per l’ortografia?!? Non vorrei che fosse la solita storia, iniziata un pochino prima... tanto per toglierti la soddisfazione di pensare in grande, quando hai ancora del fiato da sprecare! Occorre avere della resistenza ma... altro che quella del ’44!!!

Vostro Ferry (tanto che resisto!)