Ai suma adess! (Ci siamo adesso!)

06.05.2019 10:00 di Ferruccio Reposi   Vedi letture
Ai suma adess! (Ci siamo adesso!)

Per scrivi del robi brüti, l’è mej nent scrivi. Chi c’um la fa fè? E difati l’atra vòta aj’ho scricc... NIENTE! Stavòta a sarreissa cürius ad savei se a Varsé j’andrón onche cuj che fina a ieri j sgiunfavu ‘l bali per dej adòss ai Grigi. Forse no, j resteron a ca’, i fòn musca ad niente ma nenta perché j’hon la cusiensa ant’la varechina ma perché j’hon poura. ‘Na poura d’asident che cuchdën ch’el uarda nenta tònt per el sutil, uj cassa ‘na lurda ant’el mur, da squatej el šenšivi. U noster amis Massimo Mussi, l’ha scricc, ansüma a “I Grigi siamo noi”: “Sognare non costa nulla...” L’ha propi rašón e mé aj’ho ripost: “Mé a drom fina ad pü per pudei sugnè ad pü ma... a vigh tütt gris... Set vori, a ‘na certa età, la va šà ben nent vighi tütt nejer..!"

Per scrivere brutte cose, è meglio non scrivere. Chi me lo fa fare ? Ed infatti l’altra volta ho scritto... NIENTE! Questa volta sarei curioso di sapere se a Vercelli andranno anche quelli che sino a ieri rompevano... per denigrare i Grigi. Forse no, rimarranno a casa, fanno finta di nulla ma non perché hanno la coscienza nella conegrina ma perché hanno paura. Una paura “d’accidenti” che qualcuno che non guarda tanto per il sottile, gli rifili un lordone in faccia da scoprirgli le gengive. Il nostro amico Massimo Mussi, ha scritto su “I Grigi siamo noi”: “Sognare non costa nulla...” Ha proprio ragione e io gli ho risposto: “Io dormo persino di più, per poter sognare di più ma... vedo tutto grigio... Cosa vuoi, ad una certa età, va già bene non vedere tutto nero..!”