Quali sono le operazioni che Artico deve fare per completare l'Alessandria

10.08.2019 10:00 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
Quali sono le operazioni che Artico deve fare per completare l'Alessandria

Otto acquisti, più Gerace e M'Hamsi provenienti dalla cantera grigia, e cinque cessioni. Al mattino del 10 agosto - in attesa di novità che potrebbero non tardare ad arrivare - sono queste le operazioni messe a segno da Fabio Artico. Il direttore dei grigi sta comunque lavorando ancora per puntellare alcuni reparti della squadra e soprattutto per cedere gli esuberi.

CHI PARTE IN DIFESA

Il reparto più affollato è senza dubbio la difesa. In tutto sono undici i giocatori, compresi gli esterni, in rosa a cui si aggiunge il nome di Gazzi utilizzato spesso nella passata stagione - sia da D'Agostino che da Colombo - come regista difensivo. E se Cambiaso, Celia, Cleur, Dossena e M'Hamsi sono stati acquistati in questa sessione estiva di mercato, sono ancora sei quelli a rischio partenza. Di questi bisogna escludere Prestia, considerato sia da Artico che da mister Scazzola perno della difesa. Punto interrogativo per quanto riguarda la situazione di Panizzi. Il giocatore è estremamente duttile dato che può giocare sulla corsia di sinistra sia in difesa che a centrocampo, ma all'occorrenza è arruolabile come centrale in un pacchetto arretrato a quattro. In più dopo la gara con il Monza in Coppa Italia il tecnico dei grigi lo ha elogiato per alcune azioni offensive portate a termine. Anche Gjura potrebbe rimanere essendo uno dei prodotti del vivaio dell'Alessandria. Pronti a partire sono invece Sciacca, Agostinone e soprattutto Fissore. Quest'ultimo ha trovato l'accordo per il trasferimento all'Fc Messina anche se manca ancora l'ufficialità da parte del club grigio.

CHI PARTE IN ATTACCO

Capitolo attaccanti: Talamo se ne andrà sicuramente anche se il mercato per lui pare essere bloccato dall'annata poco convincente della passata stagione. Stessa sorte tocca a Rocco che è corteggiatisismo dalla Reggiana.

I NUOVI INNESTI PENSATI DA ARTICO

Ma non solo cessioni nella lista delle cose da fare del ds Artico. Sì, perché l'Alessandria ha ancora qualcosa da fare sul mercato. In primis un portiere da affiancare a Valentini. Un profilo giovane, magari anche in prestito da qualche squadra di categoria superiore, ma che possa comunque dare garanzie. Nel caso in cui dovesse partire Panizzi si dovrà intervenire per un altro esterno difensivo a meno che non si voglia dare a M'Hamsi il ruolo del vice Celia con tutte le incognite che questo può portare. Le lacune maggiori si registrano però in attacco. Umberto Eusepi è la punta di spessore che l'Alessandria e Scazzola cercavano, mentre Akammadu e Sartore non sembrano dare troppa affidabilità in zona offensiva. Anzi, l'italo-nigeriano è stato redarguito pubblicamente dal tecnico dei grigi dopo la gara di Coppa con il Monza chiedendogli maggiore incisività. Infine c'è il grosso punto interrogativo su Coralli. Che l'attaccante sia forte nessuno lo mette in dubbio ma a destare perplessità sono le sue condizioni fisiche a 36 anni. A oggi Coralli non è infatti mai sceso in campo né nelle amichevoli, né negli allenamenti congiunti, né in gare ufficiali. L'Alessandria ha comunque rassicurato tutti parlando di un semplice affaticamento da smaltire e causato dai carichi di lavoro svolti.