Facciamo il punto sul caso Luca Castiglia all'Alessandria Calcio

03.08.2019 12:10 di Federico Capra Twitter:    Vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/tuttoSALERNITANA.com
Facciamo il punto sul caso Luca Castiglia all'Alessandria Calcio

Sembra che il calciomercato della serie C, o almeno parte di questo, ruoti al momento attorno al nome di Luca Castiglia. Un giocatore che fa gola a molte squadre. Le doti tecniche del ragazzo non sono in discussione, ma a far gola è soprattutto la sua dote di regista naturale del centrocampo. Tanto per intenderci si tratta di uno di quei giocatori che in serie C può far davvero la differenza. Castiglia, che ha 30 anni e un contratto sino al 2021 con la Salernitana, non rientra più nei piani dei granata. Una condizione, questa, che ha scatenato un'asta attorno al giocatore. Che comunque ha un contratto importante olte a un valore di mercato di un certo peso. 

Tra le pretendenti l'unica che sembrava poter soddisfare le richieste di Castiglia e Salernitana era il Padova. I biancoscudati erano a un passo dal centrocampista, convinto anche dal progetto di promozione che i veneti hanno imbastito per la prossima stagione. A essere soprattutto convinti erano e sono i granata che avevano ottenuto la clausola per il riscatto del giocatore al termine dell'annata in prestito anche se volevano limare i dettagli sull'ingaggio del calciatore. Tutto era fatto, mancavano solo le firme da apportare sui rispettivi contratti. Poi qualcosa si è bloccato. Una frenata, più che uno stop, che secondo quanto trapelato da Salerno sarebbe stata causata dall'Alessandria.

Partiamo dal presupposto che Luca Castiglia non è uno dei profili più adatti per il nuovo corso inaugurato dai grigi (leggi anche: Ecco perché Luca Castiglia non arriverà all'Alessandria Calcio). A dirlo non siamo noi, ma il leitmotiv che ormai da due stagioni viene ripetuto dalla società. Eppure il passaggio del ragazzo al Padova non sta avvenendo secondo i tempi che ci si aspettava. A far vacillare Castiglia ci sarebbe la telefonata di Scazzola al suo ex giocatore. I due del resto si conoscono dai tempi della Pro Vercelli dove il tecnico ha imparato ad apprezzare le doti da regista di Castiglia. Ruolo al momento scoperto e fondamentale nel 3-5-2 che il tecnico ex Cuneo sta imbastendo per la prossima stagione dell'Alessandria. La sensazione è che il passaggio al Padova non sia troppo in pericolo, ma il brusco sto fatto registrare nei giorni scorsi fa sperare non poco i grigi.